Face4Job - make yourself the one!

Easy news

...choosen by Face4Job



Lasciano il lavoro alla Microsoft e creano l’app per prenotare l’ombrellone in spiaggia

Antonio Baldassarre, 26 anni, e Nicola Palumbo, 31, ingegneri pugliesi, lavoravano entrambi alla Microsoft di Milano quando hanno deciso di lasciare posto fisso e stipendio sicuro per lanciare un’app.


Hanno creato Coco, un’applicazione che permette di prenotare ombrellone e sdraio negli stabilimenti balneari. L’utente può scegliere in base a recensioni, tipo di spiaggia, prezzi e servizi offerti, dal Wi-Fi al parcheggio. Prenota online così evita la fila e prende il posto che preferisce.

Com’è nata l’idea?

«Dalle nostre esperienze personali: ad agosto è sempre difficile trovare un posto in spiaggia. Così abbiamo pensato a una soluzione» racconta Antonio Baldassarre. «Io e Nicola lavoravamo nello stesso team alla Microsoft, dove ci siamo conosciuti, ma dopo le riunioni, nel tempo libero, ci ritrovavamo sempre a parlare della nostra idea. Dovevamo buttarci e creare la nostra startup. Lo scorso agosto abbiamo lasciato il lavoro per dedicarci completamente al progetto».

Non hai avuto dubbi o ripensamenti?

«Amici e parenti mi hanno supportato, ma molti hanno pensato che fossi un pazzo a mollare un lavoro sicuro in un’azienda da sogno, con uno stipendio certo. Il problema è che quando senti la sveglia suonare e non hai voglia di alzarti, vuol dire che non è quello il lavoro che fa per te. E non puoi vivere aspettando il weekend per fare quello che ti piace davvero. Quando lasci il certo per l’incerto, lo fai col cuore prima che con la testa».

Come avete sviluppato il progetto?

«Per mesi ci siamo dedicati alle analisi di mercato. Non c’erano app simili, solo servizi browser. Abbiamo creato un modello, sperimentando diverse interfacce, e ci siamo rivolti a un team di sviluppatori per creare l’app. Ad aprile abbiamo iniziato un tour per le regioni d’Italia, più di 7000 chilometri per parlare faccia a faccia con i gestori degli stabilimenti e avere il loro feedback. Abbiamo investito nostre risorse, qualche decina di migliaia di euro per sviluppo e marketing. L’app per i consumatori è stata rilasciata a giugno. Il riscontro è positivo. Nella prima settimana eravamo in seconda posizione sull’App Store, con migliaia di utenti iscritti».

Qual è il modello di business?

«L’app è gratuita. Il consumatore paga una commissione del 10% al momento dell’acquisto. Il nostro obiettivo è essere un Tripadvisor delle spiagge, ricco di recensioni e valutazioni. Il nostro motore di ricerca conta già più di 70 stabilimenti. Vogliamo validare il modello, prima in Italia, poi all’estero. A settembre inizieremo a cercare finanziamenti».

Difficoltà?

«Non esiste una scuola che possa prepararti a fare l’imprenditore. Impari tutto sul campo, a tue spese. Ma puoi farcela se hai la giusta motivazione, se ti appassiona quello che fai, se non ti spaventa l’incertezza di lanciarti in qualcosa di nuovo. Per fare impresa servono coraggio e perseveranza. Devi continuare a credere in quello che fai anche quando prendi “schiaffi in faccia” da chi non crede in te. Se non ci credi tu per primo, non potrai convincere gli altri».

Info: www.cocoapp.it


05-07-2017

Fonte:
https://www.millionaire.it/lasciano-il-lavoro-alla-microsoft-e-creano-lapp-per-prenotare-lombrellone-spiaggia/